13 settembre 2012

Il kamasutra è per gli idioti


E' difficile vedermi con una smorfia sul viso, dato che solitamente sono una di quelle persone che vedete ballare per la strada o fare strani gesti, perchè io proprio non ce la so a non gesticolare quando parlo. Enfatizza il concetto, con una parolaccia a fine frase. Ecco quindi una lista delle cose che mi rendono veramente felice, che potete benissimo sentirvi liberi di regalarmi v_v


  • Toccarmi i capelli. Ora, a questa cosa ho pensato l'ultima volta che sono stata dal parrucchiere, quando mi sono seduta per lo shampoo su una di quelle poltrone reclinabili che fa tanto doppio senso che si muoveva pure. Tipo che ha le stesse proprietà di un vibratore se sei senza mutande. E con me mai dire mai. Comunque stavo stesa li con gli occhi chiusi nell'estasi più pura quando il parrucchiere, che è anche un gran fico, si mette a massaggiarmi i capelli e io non faccio altro che sospirare sommessamente quando vorrei gridare "VAI COSì BEIBE ! PIU' FORTE !" . Quindi si, farmi toccare i capelli mi fa sentire appagata e felice. Meglio della sigaretta del dopo.
  • La Cheescake. L'ho fatta a caso un giorno armata di Philadelphia ( che poi la cosa che la cheescake la si può fare solo con questo particolare formaggio è una cavolata, provatela anche con il mascarpone e la ricotta ) e tanto tempo da perdere e ho fatto il primo tentativo. Estati, anche questa. Un morso e mi sono messa a mangiarla tutta. Quei biscotti sbriciolati in fondo ... Mmmmmh. 
  • Comprare cianfrusaglie. C'è un mito da sfatare : quello della donna che quando spende tanto è felice. Ma quando mai ? Io sono felice se spendo invece pochissimo. Io quando vedo sconti del 70% comincio ad agitarmi come una bambina e pretendo di entrare e comprare qualcosa, qualsiasi cosa, basta che costi quasi nulla. E quando pachi una cosa cento volte meno di quanto era all'inizio cominci a sentire i brividi di piacere e la pelle d'oca. Oh benedetti dei. 
  • Carne. Vagonate di carne. Agnello a forno con patate. Ma la cosa non è il tanto la carne in se, che alla fin fine non è tutta questa cosa benchè buonissima, ma la sensazione di mangiarla con le mani quando la gente ti guarda. E vedi questa gente impomatata che armata di coltello e forchetta che cerca di mangiare e poi ci sei tu che sei a finezza quanto un cavernicolo che ti insozzi tutta e sorridi con un osso tra i denti. Uhhh che goduria.
  • Scrivere. Si, sono un dannato classico : la ragazza che vuole fare la scrittrice. Eh, ma tanto io tenterò medicina, cazz volete ? Comunque. Io mi metto davanti il computer e scrivo. A carta e penna non ci riesco, perchè perfino il ticchettio della tastiera mi rilassa oltremodo come niente al mondo. Ma voi sapete quella sensazione di stare facendo qualcosa di buono per voi stessi ? Ecco.
Si vabbè poi c'è ovviamente rendere felici le persone che amo , ma sono un classico, cose ovvie che non vale la pena neanche di scrivere perchè si sanno. Che poi rileggendo i toni di questa lista queste cose sono più vicine ad un qualche feticismo orgasmico che a qualcosa che mi rendono felice nel normale senso del termine. Ma ormai la normalità ha abbandonato i miei lidi da taaaanto tempo.
Ps, ma che siete 29 lettori ? Ma ciao piccoli cuccioli, ormai la vostra anima è mia per sempre !

Godo come un riccio con la spugnetta ruvida

6 commenti:

  1. Mhmm quella cosa dolce che sa di formaggio (?) non mi piace e la carne men che meno maaaa "Ma voi sapete quella sensazione di stare facendo qualcosa di buono per voi stessi ? Ecco." <- questa me la segno! :3

    RispondiElimina
  2. Mi è proprio piaciuto questo post! Brava Aleja!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D
      *arrossisce e rotola via*

      Elimina