22 ottobre 2012

Ti vuoi mettere con me ?


Giusto perchè mancano dieci giorni al mio compleanno, torniamo insieme nel tempo e scriverò un fatto del mio passato fino al giorno fatidico !
Ieri avevo sei anni, oggi ne ho undici, vado in prima media e conosco il mio compagno di classe che sta con il banchetto davanti al mio.
Partiamo dal presupposto che quando andavo alle medie, ero peggio di una muta. Io non parlavo, io prendevo un foglietto, scrivevo quello che avevo da dire e lo davo alla persona interessata. 
Conobbi quindi A. , un bambino tanto simpatico, con quelle labbrucce a goccia che ancora oggi le vedo e sospiro. 
Ma a undici anni non lo cagavo di striscio. 
Fu lui a cagare me. O meglio, lui disse alla mia compagna di banco che mi trovava simpatica, che a quei tempi era una vera dichiarazione d'amore. Quando mi arrivò questa notizia dato che mi sentivo figa ad avere uno spasimante, giusto per non rifiutarlo, presi un biglietto e ci scrissi sopra "Mi stai simpatico anche tu" .Campane sonanti, A. fu il mio primo fidanzatino ufficiale, l'unico veramente ora che ci penso. 
Siamo stati assieme un mesetto e ci tenevamo la manina e udite udite gli avevo anche dato un bacio sulla guancia, che trasgressiva.
Cosa accadde ?
Quello che accade sempre con me.
Mi disse non più che gli stavo simpatica, ma che gli piacevo proprio tanto tanto.
Così , incapace di parlare, gli scrissi un altro biglietto pregandolo di non dirmelo mai più
Non lo fece, continuò. Iniziai a sentire le catene che avvolgevano le mie asili gambette da undicenne che mi legavano a lui, e la cosa non mi stava più bene.
Nel frattempo un altro mio compagno, S. , era diventato il prototipo dell'amore non corrisposto : ovvero, io potevo anche amarlo, ma lui non mi guardava.
Il sapere che non sarei stata ricambiata mi faceva sentire libera, non mi dava la sensazione delle catene.
Presto fatto, scrissi un altro bigliettino dove lasciavo A. per mettermi in adorazione di S. per tutte le medie.
Senza ovviamente mai venire ricambiata, figuriamoci. 

15 commenti:

  1. E poi, diciamocelo, le catene son così volgari. Non si abbinano con niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, e poi ti sporcano di ruggine il vestitino !

      Elimina
  2. Ahhhhh ora ti ho capita fino in fondo!! Fai come me: ti butti in adorazione di qualcuno solo se sei sicura di non venire MAI ricambiata, così da non rischiare una VERA relazione amorosa. Male male male!

    RispondiElimina
  3. Io al mio spasimante delle medie non gli ho nemmeno mai stretto la manina, figuriamoci. Che vergogna!!! Poi non mi piaceva. Per tre anni, minimo, mi è piaciuto un bellissimo cretino dagli occhi del più bell'azzurro del mondo, lui diceva che ero simpatica, ma non credo fosse sinonimo di adorazione in quel caso.

    RispondiElimina
  4. Parlando di amori non ricambiati,io ho passato tutte le medie in adorazione di uno che non faceva che parlarmi di quanto gli piacesse la mia amica xD

    RispondiElimina
  5. Io ricordo che sono stata in folle adorazione dell stesso bambino per tutte le elementari, ma il giorno in cui è venuto a dirmi: "Guarda che tu mi piaci tanto, ma tanto tanto, capisci?"
    Sono rimasta così allibita che, da bimbetta timidissima che ero, ho annuito e sono corsa via spaventata. Che deficiente :3

    RispondiElimina
  6. tesoro mi son lasciato distrarre dalle borse vaginali XD ritorno quando mi riprendo a dire cose più sensate XD bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahaha, beh , son carine dai XD

      Elimina