23 aprile 2013

Give me love

Ho questa specie di crisi di pianto, capite ?
E so che è perchè mi deve venire il ciclo e dunque un giorno dico si e l'altro sparati nelle palle, ma voglio scriverlo per una volta. Solo una. Poi ogni mese voi rileggerete questo post e saprete esattamente cosa penso in questi momenti. Tipo manuale di istruzioni per Aleje fuori di testa.
Il punto è che io rifiuto le persone, mio padre ha ragione da vendere.
Le rifiuto perchè penso di non meritarle, probabilmente. Non so perchè di questo, perchè penso di non meritarle. La testa mi dice così. E quindi penso sempre che questi sentimenti che cercano di sfondare le pareti del mio cuore possano semplicemente essere messi in soffitta e dimenticati.
Perchè non penso di meritarli, ecco tutto.
Se voi sapeste il 70% dei miei pensieri, scappereste. E non perchè nessuno mi capisce o cazzate del genere, ma perchè proprio cerco di non darlo a vedere. Credo di essere una persona cattiva, sotto sotto, e anche facile. Anche se non ho mai fatto niente, capite ?
Credo di esserlo perchè quando ero piccola, volevo esserlo. Facile dico. Le mie amichette facevano stragi di cuori e io rimanevo in disparte e allora mi chiedevo quanto potesse essere bello fare un poco la troietta dodicenne e averli tutti ai piedi, in modo da poter semplicemente scegliere, come al ristorante.
E mi chiedevo perchè non ci riuscivo. Perchè scegliessero sempre qualcun altro al posto mio. E allora ci ho rinunciato. Mi sono detta che era inutile provarci, che non ero abbastanza per piacere.  
E di conseguenza sono diventata cattiva. Perchè, sapete, voglio il male di molte persone che conosco, tantissime. Godo quando non riescono in qualcosa in cui invece io riesco. Per molte, vorrei semplicemente che smettessero di essere così felici davanti a me.
La mia vita è una bugia fatta di sorrisi e dolci parole.
Provo invidia, rabbia, gelosia, odio, provo tutti quei sentimenti orribili che sento dentro di me come un veleno. 
E allo stesso tempo provo amore. Un amore che non ha mai trovato nessuno a cui attaccarsi, o meglio, che volesse che si attaccasse. Provo amore per la mia famiglia, per le mie amiche, per ragazzi fantoccio che personifico come quello giusto ma non lo è, solo voglio disperdere un poco di amore in giro, liberarmene. 
Il punto è che me la faccio sotto. Parlo parlo di relazioni, disprezzando quelle degli altri quando io non ne ho mai avuta una. Sono un'ipocrita. 
La verità è che lo vorrei un ragazzo a cui dire i miei problemi, un ragazzo ragazzo, non un autista che mi porti solo in giro, o un ragazzo sacco da box con cui prendersela o un ragazzo borsetta che serve solo per farlo vedere in giro.
Vorrei ... vorrei solo qualcuno che mi ami. Che mi faccia pensare di meritare tutto l'affetto che ricevo e che vorrei dare. Ma ho paura. Una paura che sembra antica quanto il mondo. 
E non so neanche perchè lo sto scrivendo qui, su internet. Forse vorrei solo essere ascoltata, sentirmi dire che non sono più cattiva del resto del mondo, che non  sono veramente così facile. Che sono solo normale.

11 commenti:

  1. te lo scrivo, ma non perché l'hai chiesto tu, o tanto per.. te lo scrivo perché è così: non sei più cattiva del resto del mondo, sei solo normale!
    La differenza è che tu lo stai scrivendo su internet, gli altri lo tengono per sé! :)

    RispondiElimina
  2. Tu non sei cattiva.
    Forse sono egocentrica, ma è stato come leggere una pagina del mio diario di tanti anni fa, e quello che posso dirti ora, per chi sono ora, è che non timeriti tutto il male che ti stai facndo con questi pensierii.
    Tu non sei cattiva, perchè le persone cattive sono quelle che interscambiano ragazzi o ragazze a seconda dell'umore. Tu non vuoi accontentarti, e non devi farlo. Troverai qualcuno che si merita il meglio di te.
    Scusa il discorso simil-perentorio, non voglio fare "la maestra di vita di 'sto cazzo" della situazione, ma mi dispiace molto vederti così

    RispondiElimina
  3. we accept the love we think we deserve

    RispondiElimina
  4. Ho una lettera scritta a un'amica quando avevo 18 anni che è praticamente identica a ciò che hai scritto tu.
    Dalla cattiveria, alla poca stima, all'amore. Non sai quanto ne uscirai forte.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Piccola la verità è che non hai ancora conosciuto la persona giusta. Ma arriverà, promesso.

    RispondiElimina
  6. Vero, non hai trovato la persona giusta. E quando arriverà vedrai che non ci penserai nemmeno su, accadrà tutto in modo semplice e naturale ;) Invidia, gelosia ecc sono sentimenti normali, li provo pure io. E le bugie... Ehhhh quante se ne dicono, e quante cose si tengono nascoste mostrando altre facce. Sembra una brutta cosa ma alla fine non lo è, si è così e basta. Un po' tutti ;)
    Un bel sorriso cara Aleja, e il mondo ti sorriderà a sua volta! Sembra stupido ma è così.. L'unica frase fatta a cui do retta :D

    RispondiElimina
  7. Non sei cattiva. E' normale provare quello che provi tu. Meno normale è ammetterlo, perché tutti vorremmo far vedere solo il nostro lato migliore. Tu sei riuscita ad ammetterlo e questo dimostra una grandissima forza di spirito.
    Vedrai che quando meno te lo aspetti, troverai anche tu qualcuno che ti ami e con cui scambiare opinioni e sentimenti. E sarà un ragazzo molto, molto fortunato!

    RispondiElimina
  8. Anche io avevo una paura fottuta, soprattutto dopo aver visto come venivo trattata dai ragazzi che mi piacevano. Uno in particolare mi veniva a cercare solo quando si lasciava, fra una ex e l'altra. Ed io ci cascavo sempre, anche se sapevo che sbagliavo. Ma era più forte di me.
    Poi, un bel giorno, ho aperto gli occhi. Ho lasciato perdere tutto. Non l'ho più cercato.
    E con Emme avevo paura di affezionarmi, avevo paura che sarebbe andato tutto come in precedenza se non peggio. Basta trovare la persona giusta. Quella la paura te la fa dimenticare. Con Emme non ho più paura di amare.

    RispondiElimina
  9. non credo tu sia cattiva.
    sei insofferente.a te stessa.
    anche io mi invento storie con ragazzi che non avrò mai..lo chiamo il mio mondo avatar..
    in quest'universo parallelo e distante anni luce dalla realtà..sono un'altra..
    forse chi vorrei veramente essere.
    o forse no.
    e continuo sospesa nell'indecisione..


    se vuoi passa da me

    RispondiElimina
  10. C'è un Premio per te sul mio blog! =)

    RispondiElimina
  11. Io non ti dirò che sei una brava persona ecc, perchè non ti conosco e a quanto ho capito, non ti conosci nemmeno tu! Non ti dirò nemmeno che presto troverai la persona giusta, perchè credo che prima di stare bene in coppia si debba stare bene da soli e questa è la parte più difficile, che nessuno potrà vivere al tuo posto e con cui dovrai fare i conti prima o poi. Se anche trovassi qualcuno che ti amasse davvero davvero (e te lo auguro con tutto il cuore), in fatto importante, secondo me, è che tu ti ami. Per amare intendo capirti, aiutarti, trovare le tue risorse e gratificarti quando superi te stessa. Un'altro "consiglio" che mi verrebbe da dire è quello di circondarti di persone che non blocchino la tua crescita, che non ti facciano sentire inadatta, ma che ti permettano di far uscire la vera te stessa. Io per iniziare ho preso un cane, e sembra stupido, ma ho capito chi sono grazie a lui perchè non ho paura del suo giudizio e nemmeno più del mio (a volte). Anche io sono in fase pre-mestruale... si salvi chi può! ;-)

    RispondiElimina