10 gennaio 2013

La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo #1

Titolo : La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo
Autrice Audrey Niffenegger
Editore: Oscar Mondadori
Trama Clare incontra Henry per la prima volta quando ha sei anni e lui le appare come un adulto di trentasei nel prato di casa. L'attrazione è istantanea, anche se in un primo momento Clare pensa che forse quell'uomo può essere un alieno o un angelo. Lo incontra di nuovo quando lei ha vent'anni e lui ventotto. Clare gli dice di sapere tutto di lui, mentre Henry non l'ha mai vista. Sembra impossibile, ma è proprio così. Perché Henry DeTamble è il primo uomo affetto da cronoalterazione, uno strano disturbo per cui, a trentasei anni, comincia a viaggiare nel tempo. A volte sparisce per ritrovarsi catapultato nel suo passato o nel suo futuro. È così che incontra quella bambina destinata a diventare sua moglie quando di fatto l'ha già sposata, o che conosce sua figlia prima ancora che sia nata...


Premessa : Io il libro l'ho quasi finito. Ma ovviamente parleremo qui delle prime 125 pagine. Come al solito mentre leggevo ho scritto i commenti a caldo sul cellulare per poi aggiustarli alla buona qui. 

Avete presente quando nei film ci sono scene in cui uno dei protagonisti ha la videocamera e filma tutto e noi vediamo il film attraverso la mano tremolante del tipo ? Ecco. Questo libro è così, non entri nella testa del personaggio con i pensieri, ma con le azioni. Un esempio ?  "Esulto" ora. Io so che Clare sta esultando ma non capisco cosa prova. Ovunque leggo "Devi narrare, non descrivere" e adesso leggo solo descrizioni di azioni.

Inoltre cosa non proprio buon : il libro è scritto dal punto di vista di Clare e da quello di Henry che, oltre ad avere lo stesso identico carattere per adesso, non viene aggiunto niente. In effetti la narrazione nei primissimi capitoli  è stata : 
CLARE : Lo guardo e gli dico "ciao"
HENRY : Mi guarda e mi dice "ciao"
Il che rende tutto abbastanza noiosetto. Da notare anche il "Più tardi, quella sera" che mi fa venire in mente le telenovelas spagnole, come se ci fosse una scritta in sovra impressione. La narraziohne cambia - per fortuna - andando più avanti, dove - sempre per fortuna - viene data la parola quasi sempre al nostro viaggiatore nel tempo.


Si vede che è scritto da una donna perché i pensieri di Henry sono da donna ( ma potete smentirmi ) : un uomo che dice di avere passato la notte a bere vodka a cercare di entrare nelle grazie di una donna, non può porsi il problema di " decido che eviterò di portare Clare nel mio appartamento stasera, anche qualora se ne verificasse l'opportunità" solo perché c'è disordine. Questi sono i pensieri di una donna. Andando adesso nel dettaglissimo per quelle che sono state le pagine più terrificanti mai lette. 
Pag 23 : "tendenze sessuali insolite ?" -"scoprilo da solo" e mi sembra una volgarità detto da una donna perché ha fatto capire subito che vuole entrare nelle mutande di Henry e infatti
Pag 25 "La tua coinquilina non è per caso sorda e molto discreta ?" Si stanno accordando per scopare. Che è okay, ma suona molto come se si stessero accordando per il cinema, senza sentimento, senza il classico "Vuoi salire da me ?"
Pag 26 "Lei odora di stoffa,sudore e pelliccia" E CHE SCHIFO
Pag 27 "Clare passa una gamba sopra di me in modo da finire seduta esattamente sopra il mio cazzo" okay qui sono rotolata via dalle risate. Non puoi mettermi sinonimi del tipo "vedo non vedo che si danno da fare" e poi mi butti qui un "cazzo" ci stona da morire.
Pag 28 "l indomani mattina" E NO BELLA MIA, HAI SCRITTO CAZZO ORA VOLEVO I DETTAGLI.
Pag 31 "Vorrei ..." - " Vorresti ? " arrossisco, "lo sai" . Ti prego. No. Dillo che lo vuoi , che lo desideri, che lo ami. Ma sto lo sai ci stona come cazzo.


A questo punto si parte con i vari flashback. C è da dire che le parti in cui a narrare è una Clare molto giovane le pagine sembrano veramente scritte da una dodicenne. Il che mi chiedo se fosse voluto o è proprio l'autrice che ... 'znomma. 
Il libro sembra scritto da due persone diverse. Le parti di Harry sono diciamo ben fatte, ma quelle di Clare no. 

Parliamo adesso dei personaggi.
Realisticamente parlando, Clare non esiste. Se tu, bambina di sei anni, trovi nel tuo giardino un uomo adulto, nudo, che ti dice di non dire a nessuno di essere li e di volere fare amicizia, beh, in teoria dovresti fuggire via a gambe levate. Ma lei no, rimane li, mantiene il segreto e se ne innamora. E comunque ad amarlo per tutta una vita, condizionata dal fatto ce Henry le dice quasi subito che saranno marito e moglie. Henry è sostanzialmente un pedofilo nascosto. Va bene che la bambina è tua moglie, ma è appunto una bambina. Tu 36enne che dici ad una 12enne che ti piace sei pronto per la galera. Su questo vorrei proprio spenderci più parole.
Qui signori il libero arbitrio non esiste. Se un uomo ti dice "Un giorno saremo sposati, dunque siamo adesso tecnicamente fidanzati" hai appena rovinato la vita di questa ragazzina.
E' inevitabile il senso di colpa che nasce nel momento in cui, giusto per provare, si esce con qualche ragazzo, come se si stesse tradendo oggi il ragazzo che conoscerai un domani, ma che ti viene a trovare viaggiando nel tempo. Clare lo aspetta una vita. E a me sembra proprio una catena, quella dell'amare Henry. Tutte noi dovremmo avere la possibilità di conoscere persone, ma a Clare questa cosa viene negata. Quasi come se Henry avesse paura che potesse innamorarsi di qualcun altro.
E in effetti Clare ci esce con un altro ragazzo, e viene picchiata a sangue. Per fortuna che c'è Henry, il marito. Vogliamo parlare della sottigliezza della cosa ? L'unica volta in cui Clare esce con qualcuno viene picchiata, come a ribadire che solo con Henry può e deve stare. Deve. 
Poco male se tutti poi dicono di stargli alla larga, di non amarlo perchè non ha senso. No, lei vuole stare con il suo viaggiatore nel tempo.
Diciamo che mi aspettavo di più. Molto di più. L'idea è intoccabile, per carità, ma questo romanzo mi da un senso di oppressione, di dovere, di un destino che non si può modificare in alcun modo.
Tocca a voi adesso, che ne pensate ?
Ricordo che per il 17 gennaio bisognerà leggere fino a pagina 250.

13 commenti:

  1. Cazzabubbola mi sono scordato come un pollo di mettermelo nel kindle. Cercherò di recuperarlo ed arrivare a pag 250, studio permettendo. Non è che magari c'hai un link furbetto che... Ehm ehm.... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corri a leggere, disgraziato !

      Elimina
    2. Trovato comunque, tutto apposto :D Mi pento e mi dolgo nel frattempo!

      Elimina
  2. Huhaha effettivamente è un po' assurdo come libro.. Però bella questa idea di leggere "insieme"! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partecipare è cosa buona e giusta v.v

      Elimina
  3. Io anche mi aspettavo qualcosa di più, lo ammetto.
    Specie all'inizio mi sembrava un libro senza capo nè coda, poi sono entrata meglio nel "meccanismo"(diciamo così) e la lettura mi è risultata più gradevole.
    L'idea di base è affascinante, io sono attirata dai film e dai libri che parlano dei viaggi nel tempo (ho letto il mese scorso "Indietro nel tempo" di Jack Finney e mi è piacuto).
    Però i personaggi non mi colpiscono, anche se Henry ha in qualche modo più spessore, dato che ci regala qualche pensiero che va un pò al di là della semplice descrizione di cosa accade intorno a lui o di cosa sta facendo lui stesso.
    Sai che non avevo colto il significato dell'episodio capitato a Clare con l'unico ragazzo con cui esce? Mi ci hai fatto pensare tu.

    Vediamo il seguito. Magari mi appassiono di più.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho di gran lunga preferito le prime pagine, quando Henry era adulto e andava da Clare bambina. Adesso ( lo vedrai nelle successive pagine ) è tutto tremendamente lento.
      Da tagliarsi le vene.

      Elimina
  4. Non so.
    Non mi sta facendo impazzire, però non mi fa nemmeno sbadigliare quando lo leggo. All'inizio ho avuto un po' di difficoltà per ingranare la lettura di questa strana storia. Con tutte quelle date e tutte quelle età avevo (ho) una confusione in testa che non ti dico.
    Tutto sommato però ho voglia di scoprire come andrà.
    Quel "cazzo" hai ragione tu, stona proprio un bel po'. È tutto una descrizione smielosa per il resto e non ci dice niente. Clare mi fa tanta pena, poverina. In balia di quell'Henry, che un momento è con lei e il momento dopo chissà dove.

    L'idea del romanzo è originale però, no? Secondo me però quel linguaggio di Clare che sembra quello di una ragazzina è voluto, che dici? Ma sì!

    La mia domanda soprattutto è: ma esistono altri Henri, altri viaggiatori nel tempo? Dev'essere proprio una cosa affascinante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è affascinante, ma non mi pare che venga approfondito :/

      Elimina
  5. beh.....non l'ho letto e non ho al momento nemmeno un centesimo in tasca, ma da come lo hai descritto sembra che o non mi stia perdendo 'sto gran che....Anche se il titolo prometteva bene.
    Di fatti appena ho visto il titolo del tuo post mi sono fiondata a leggerlo....
    In più quella frase sul cazzo mi ha fatto passare ogni curiosità. Proprio non sopporto i libri che se ne escono così dal nulla con delle volgarità a caso...o sei volgare dall'inizio o non lo sei punto e basta. U.U
    Non credo che lo leggerò...nono.
    Morbidi.

    RispondiElimina
  6. Non l'ho letto, ma leggere la tua recensione qui, così dettagliata, mi ha fatto morire! AHAHAH non so, adoro come esprimi quello che pensi! <3

    RispondiElimina